Canale Video


Calendario

Agosto 2021
L M M G V S D
« Lug    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivio Articoli

Pillole di... Nelson Mandela

Oggi proponiamo brevi dichiarazioni ed estratti del pensiero di Nelson Mandela, un grande compagno che l’informazione ufficiale occidentale ha “celebrato” a suo modo dopo la fine dell’apartheid in Sudafrica: cercando di depotenziarne il pensiero rivoluzionario fino a trasformarlo in un’icona spendibile di “pacifismo libertario”.
Mandela, che durante l’apartheid, trascorse 27 anni in carcere, era inserito nelle liste terroristiche non solo in Sudafrica, ma anche negli Stati Uniti d’America e in Inghilterra, perché lottò contro l’apartheid contribuendo, tra l’altro, a fondare l’ala militare dell’ANC, Umkhonto we Sizwe (Lancia della Nazione abbreviata con la sigla MK) che utilizzava la lotta armata come metodo per ottenere la liberazione dal regime segregazionista sudafricano.
Un piccolo omaggio a Madiba, uno che aveva le idee chiare sulle principali questioni mondiali, per ristabilirne la memoria.

La Red/Azione

“Ho tre amici nel mondo e sono Yasser Arafat, Muammar Gheddafi e Fidel Castro.”

Intervista televisiva del 1° giugno 1990.

Ken Adleman (giornalista, ndr): Quelli di noi che condividono la vostra lotta per i diritti umani contro l’apartheid sono rimastiti un po’ delusi dai modelli dei diritti umani con cui ti sei incontrato da quando sei stato rilasciato dal carcere. Hai incontrato nel corso degli ultimi sei mesi per tre volte  Yasser Arafat, che hai lodato. Hai detto a Gheddafi che ne condividi la visione e  applaudi il suo record dei diritti umani nella sua unità per la libertà e la pace in tutto il mondo; e avete elogiato Fidel Castro come leader dei diritti umani e ha detto che Cuba è stato uno dei paesi che è in testa e spanne sopra tutti gli altri paesi in materia di diritti umani, nonostante il fatto che i documenti delle Nazioni Unite e altrove dimostrano che Cuba è uno dei peggiori. Mi stavo chiedendo, sono questi i vostri modelli di leader dei diritti umani, e in caso affermativo vorresti un Gheddafi o di un Arafat o un Castro come futuro presidente del Sud Africa?
Nelson Mandela: “Uno degli errori che alcuni analisti politici fanno è quello di pensare i nemici degli USA dovrebbero essere pure i nostri nemici. Il nostro atteggiamento nei confronti di qualsiasi paese è determinato dall’atteggiamento di quel paese per la nostra lotta. Yasser Arafat, il colonnello Gheddafi [e] Fidel Castro sostengono la nostra lotta fino in fondo. Non vi è alcun motivo per cui dovremmo avere qualche esitazione circa il loro impegno per i diritti umani. Non supportano [la lotta anti-apartheid] solo nella retorica; essi stanno mettendo risorse a nostra disposizione per  vincere la lotta. Questa è la posizione.

***

“Se c’è un paese che ha commesso atrocità inenarrabili nel mondo, questi sono gli Stati Uniti. A loro non interessa nulla degli esseri umani.”

***

“Israele deve ritirarsi da tutti i territori che ha preso dagli arabi nel 1967 e, in particolare, Israele dovrebbe ritirarsi completamente dalle Alture del Golan, dal sud del Libano e dalla Cisgiordania.”

***

“Un combattente per la libertà impara la dura lezione che è l’oppressore a definire la natura dello scontro, e all’oppresso talvolta non resta altra scelta se non usare metodi che rispecchiano quelli dell’oppressore. Ad un certo punto, si può solo rispondere al fuoco col fuoco.”

***

“Unitevi! Mobilitatevi! Lottate! Tra l’incudine delle azioni di massa ed il martello della lotta armata dobbiamo annientare l’apartheid!”

***

“Sconfiggere la povertà non è un atto di carità, è un atto di giustizia.”