Canale Video


Calendario

Luglio 2022
L M M G V S D
« Giu    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio Articoli

Ameri-Kani

Alcuni appunti sulle elezioni amerikane (il paese della democrazia)

La metà degli americani non compra più di due libri una volta usciti dal sistema formativo.

Secondo molti analisti amerikani, data la strutturale ignoranza del pubblico medio,  il livello dell’informazione televisiva sulle elezioni presidenziali è talmente basso che i candidati si fanno concorrenza a livello di telenovella, tant’è che per capire quale candidato sia risultato maggiormente gradito al pubblico, i sondaggisti propongono domande quali: ”Chi si esprime come te? Con chi dei due usciresti la sera?

Mediamente solo il 50 per cento degli amerikani partecipa alla tornata elettorale per le presidenziali, meno del 40 per cento va a votare per le elezioni parlamentari, ancora meno partecipa alla elezione dei sindaci.

Sul piano linguistico quelli considerati “gravemente incompetenti” rappresentano più della metà della popolazione.

In tutte le ultime elezioni è stato impedito a molti cittadini di esercitare il proprio diritto di voto (il caso più eclatante fu l’ultima elezione di Bush figlio).

Il tasso di rinnovamento degli eletti al congresso è sempre inferiore all’8 per cento, ossia, ad ogni tornata elettorale praticamente vengono eletti sempre gli stessi rappresentanti.

L’intreccio tra affari e politica è molto forte e ciò è confermato da qualsiasi analisi delle dimensioni, provenienza e finalità dei contributi versati a sostegno di questo o di quel candidato. Ad esempio tra i principali finanziatori di Romney vi sono la Goldman Sachs, la Jp Morgan, la Bank of america e tra i principali finanziatori di Obama oltre ancora alla Goldman Sachs c’è la Microsoft e Google.

Tratto liberamente da Internet
Alessandro Fino