Canale Video


Calendario

Luglio 2019
L M M G V S D
« Giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio Articoli

La sinistra, Marchionne e la FIAT

Rassegna della serie “Con un personale politico cosí  potevano finire soltanto dove, in effetti, sono finiti: nella cloaca della Politica contemporanea”.

Luglio 2006: “Dobbiamo puntare sui borghesi buoni. Marchionne parla della risposta ai problemi dell’impresa, non scaricando sui lavoratori e sul sindacato, ma assumendola su di sé”.
Fausto Bertinotti, presidente della Camera e leader del Partito della Rifondazione (?) Comunista.

Settembre 2006: “Pronto ad allearmi con Marchionne. Lui sí che è un vero socialdemocratico”.
Piero Fassino, segretario dei sedicenti Democratici di Sinistra (rinnegati picisti).

Maggio 2009: “Ho sempre pensato che il destino della FIAT era quello di una forte internazionalizzazione in una fase caratterizzata dalla concentrazione della produzione di automobili. Marchionne lo sta facendo nel modo migliore”.
Massimo D’Alema, deputato del Partito Democratico(cristiano).

Gennaio 2001: “Marchionne ha posto con chiarezza, durezza e per tempo il problema. Ci vuole un contratto di lavoro costruito piú a ridosso dell’organizzazione aziendale”.
Walter Veltroni, deputato del Partito Democratico (cristiano).

Gennaio 2001: “Marchionne rimane l’uomo che ha preso quella macchina ingrippata che era diventata la FIAT e l’ha salvata”.
Sergio Chiamparino, sindaco PD di Torino.

Marzo 2011: “Sará brusco, sará crudo, ma Marchionne è stato una fortuna per gli azionisti ed i lavoratori della FIAT. Grazie a dio c’è un abruzzese come Marchionne”.
Raffaele Bonanni, segretario generale della CISL, nota centrale sindacale voluta e finanziata dalla CIA.

Questa particolare Rassegna degli Orrori della sedicente “Sinistra” italiota è stata curata dal nostro collaboratore P.R.
Ed è dedicata a Vendola, a S.E.L. e a tutti quelli che, in nome della difesa degli interessi della Classe Operaia e del capitalismo tricolorato, ragliano di “alleanze, elettorali e non” con gli eredi del Partito giá di Togliatti e di Berlinguer.
In ogni caso, essa potrebbe essere tranquillamente integrata dalle “profonde riflessioni” del compagno-compagno D’Alema, il boia responsabile dell’aggressione al popolo serbo per conto dell’imperialismo USraeliano, che potete leggere qui sotto.

Su Berlusconi: “Berlusconi in politica? Prenderebbe pochi voti
Dichiarazione del 1993

Sulla Lega: “Tra la Lega e la Sinistra c´è forte contiguitá sociale. Il maggior partito operaio del Nord è la Lega, piaccia o non piaccia
Dichiarazione dell’1 novembre 1995

Su Vendola: “Niki Vendola è l’unico in grado di rilanciare un’idea di Sinistra in chiave moderna, gli altri mi sembrano troppo disorientati”.
Dichiarazione del 25 maggio 2008

Vorrei dire una cosa a Niki: le primarie non le facciamo per scegliere il capo della Sinistra: le facciamo per scegliere il candidato a governare l’Italia (…). E’ infinitamente ragionevole che il Paese sia guidato dal leader del piú grande partito italiano e che a queste primarie noi proporremo e sosterremo Pierluigi Bersani”.
Dichiarazione del 20 giugno 2011