Canale Video


Calendario

Gennaio 2022
L M M G V S D
« Dic    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Archivio Articoli

Carogne di regime

La tua morte è la mia gloria

Che differenza passa tra una carogna e una carogna prezzolata al soldo dell’imperialismo usreliano? Facile: una “carogna normale”, in qualche modo, la paura di pagarla, di non farla franca, se la vive, mentre per una carogna al soldo delle altre carogne l’impunità è la norma.
Parliamo, in questo caso, di un certo Yair Klein, figuro certamente noto alla stampa sudamericana, ma evidentemente misconosciuto ai più.
Questo personaggio, catturato in un aeroporto russo a seguito di un mandato di cattura internazionale, è la prova provata di quanto affermavamo poco fa.
Israeliano, ex membro di quell’esercito, si trasferisce in Colombia in qualità di mercenario contribuendo non solo all’addestramento delle forze regolari governative in virtù di un curriculum  ove   l’aver massacrato  palestinesi (siano essi militanti o, meglio, civili) viene considerato un elemento qualificante, ma collaborando col narcotraffico e fondando un gruppo paramilitare che si distingue nel massacro dei contadini.
Gli israeliani, si sa, data l’esperienza, non solo sono dei maestri in certi campi, ma risultano anche essere i maggiori fornitori di armi e addestratori di quel regime di narcotrafficanti (da Uribe passando per Santos) che detiene il potere in Colombia fornendo loro dai cacciabombardieri Kfir alle armi leggere.
Del resto, come dicevamo, l’essere un israeliano garantisce una serie di vantaggi se vai in giro per il mondo a caccia di comunisti, di guerriglieri o di civili da intimidire, torturare o massacrare, permettendogli di divertirsi senza pagare pegno.
Il nostro non solo ha ricevuto una condanna inferiore, in contumacia si intende,  a quella che riceverebbe un ladro di polli colto in flagranza da parte dei tribunali colombiani, ma una volta arrestato (dai russi) veniva scambiato con un altro prigioniero e trasferito in manette (si… figurati) in Israele.
Questa carogna ora è a piede libero per quanto riguarda i reati perpetrati in Colombia dato che  la sua condanna è caduta in prescrizione; per quanto riguarda invece, quello che ha fatto ai palestinesi probabilmente riceverà una medaglia…(sempre che il fascista Santos non gli abbia assegnato già lui una qualche onorificenza).

M.R.