Canale Video


Calendario

Giugno 2019
L M M G V S D
« Mag    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Archivio Articoli

Ave Maria prega per noi...

… e liberaci dal peccato

I creazionisti sono quegli idioti che sostengono che il mondo è stato creato da dio in sei giorni, che il Gran Canyon si è formato grazie al diluvio universale e che i terremoti, le pestilenze, le carestie sono opere divine atte a punire l’umanità per i suoi peccati.
Se la nostra società procedesse con un minimo di razionalità, certe idee (così in voga nel medioevo) sarebbero già state bollate come deliri di squilibrati e gli stessi soggetti sarebbero trattati alla stregua delle migliaia di persone che sostengono di essere la reincarnazione di Napoleone o di Giulio Cesare.
La storia non si fa con “i se e con i ma” e, per una serie di circostanze sfavorevoli, la promessa di trasformare il Vaticano in un bivacco per i cavalieri cosacchi non è stata  mantenuta; per cui certe scemenze dovremmo sopportarle ancora per un po’. Convivere con certe idee, di per sé, non sarebbe un problema: diciamo che, abituati come siamo a sentirne d’ogni, ci abbiamo fatto il callo. Il problema sorge quando questi nostalgici dell’Inquisizione spagnola trovano credito, appoggi (non divini) e occupano posti di responsabilità e potere.
Che per un certo periodo il posto di vice direttore del CNR (cioè la persona che avrebbe dovuto decidere, ad esempio, sulle centrali nucleari) fosse occupato da un eminente scienziato quale il prof. De Mattei, cioè quello che, per l’appunto, sosteneva Tsunami uguale punizione divina, avrebbe dovuto far rizzare i capelli in testa (anche a quelli che i capelli non li hanno più).
Certamente non ci consola il fatto che l’attuale governo in carica sia composto da cattolici non così intransigenti, gente per bene…, vicina al Vaticano…, il quale sulla polemica sollevata da De Mattei ha espresso una ragionevolissima e scientifica posizione (sic) secondo la quale i disastri naturali non sono affatto punizioni divine, ma: ”un ammonimento”. Dio, in pratica, è molto più raffinato del mafioso che lascia la testa mozzata di un cavallo nel letto della persona da “ammonire”: egli, infatti, per farlo, devasta intere città. Persone che la pensano in questo modo vengono dipinte come  professionisti, come i tecnici che condurranno l’Italia fuori dalle sabbie mobili della crisi.
Come dramma, invece, dovrebbe essere vissuta la possibilità che a governare la più grande potenza mondiale, quell’accozzaglia di mentecatti chiamata Stati Uniti d’America, possa capitare un figuro come Mitt Romney (un mormone) o, peggio, Rick Santorum ultra cattolico e, lui sì, fervente creazionista. Entrambi questi signori raccolgono voti e consensi nelle primarie repubblicane.

M.R.