Canale Video


Calendario

Settembre 2020
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Archivio Articoli

Pillole per rinfrescare la memoria (storica)

Ha scritto lo storico Renzo de Felice, in uno dei suoi lavori dedicati al Fascismo (la maiuscola perché qui alludiamo al fenomeno ed al movimento storici):
“Abbiamo già visto come Mussolini avesse sin dal 1919 vari ebrei nel suo entourage immediato: l’adesione e l’appoggio degli ebrei al fascismo andò però ben oltre questi casi.
Alcuni ebrei ebbero, a quanto è dato sapere in una materia così delicata, parte notevole nel finanziamento dei primi gruppi fascisti.
Nelle prime – tuttora ben poco chiare – vicende economiche de Il Popolo d’Italia – parte notevole ebbe il commendator Elio Jona e, stando a molte voci (…) e alle esplicite accuse formulate dagli ebrei antifascisti di Tunisi in occasione dei provvedimenti razziali, tra i maggiori finanziatori del fascismo sarebbe stato addirittura il tanti bistrattato Giuseppe Toeplitz.
E, così come al centro, anche in periferia, in particolare nelle zone dove più massiccia era dei ‘rossi’, a Livorno, ad Ancona, in Romagna.
Nel ferrarese non vi è dubbio che molti ebrei sostennero attivamente il fascismo e le squadre di Italo Balbo; alcuni latifondisti ebrei ebbero anche in questo senso un ruolo tutt’altro che trascurabile.
Del resto alcune cifre sono nella loro aridità già di per se stesse significative: tra i partecipanti alla fondazione dei Fasci di combattimento a Milano, il 23 marzo 1919, i famosi sansepolcristi, furono certamente almeno cinque ebrei (uno dei quali, anzi, Cesare Goldmann, fu quello che procurò la sala); così pure tre ebrei (Duilio Sinigaglia, Gino Bolaffi, Bruno Mondolfo) figurano nel martirologio ufficiale della “Rivoluzione Fascista” (…) alla Marcia su Roma parteciparono ( o almeno ricevettero il brevetto che ne attestava la partecipazione) 230 ebrei (…) a questa stessa data ne erano iscritti al Partito Nazionale Fascista o al Partito Nazionalista (confluito nel PNF nel marzo 1923) circa 750“.

Pillole di storia per rinfrescare la memoria a chi, del passato, per interesse, faziosità, ignoranza, criminalità, razzismo o altro, considera solo alcuni episodi, solo alcuni fatti, e ne cancella (o tenta di cancellare) colpevolmente altri.


Luca Ariano