Canale Video


Calendario

Settembre 2021
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivio Articoli

Meglio Cuba…

E’ stato pubblicato nei giorni scorsi, per il terzo anno consecutivo, l’Indice Globale di Pace (IGP), un rapporto che valuta, fra l’altro, i livelli di democrazia, di instabilità politica, di corruzione, di educazione, di benessere materiale, di criminalità e di rispetto dei diritti umani di 144 Paesi.
Le nazioni che occupano le prime posizioni – e che quindi sono considerate le più “pacifiche” e le più “stabili” -  sono, nell’ordine, la Nuova Zelanda, la Danimarca, la Norvegia, l’Islanda (che, nel 2008, occupava la prima posizione) e l’Austria.
Nelle ultime posizioni troviamo, invece , quattro Paesi che presentano un alto numero di relazioni con la politica statunitense, e cioè l’Irak (all’ultimo posto), l’Afganistan (al penultimo), la Somalia (142), e, non ce ne abbiano i filo-sionisti di casa nostra ed i loro utili idioti “di estrema sinistra”, l’entità sionista (141). Un po’ meglio – ma  di poco -  il Sudan (140). Per quanto riguarda l’America Latina, il primo posto tocca al Cile, naturalmente del dopo-Pinochet, l’ultimo alla Colombia del narcotrafficante e supercriminale Uribe.
Il rapporto evidenzia, oltre a tutto il resto (relazione fra crisi economica e conflitti violenti, instabilità politica, violazione dei diritti umani, ecc.), che Cuba, la Cuba di Fidel, il lider maximo che quel mostriciattolo verminoso dell’ex direttore di Liberazione, il fogliaccio di Rifondazione Comunista, Sansonetti, ha recentemente dichiarato di “odiare come Hitler, essendo entrambi dittatori”, è meglio degli Stati Uniti.
L’isola caraibica occupa infatti il 68° posto, mentre la Patria per antonomasia della libertà, della ricchezza, della pace e del diritto non va oltre la posizione numero 83!
Sansonetti, il lider maximo degli imbecilli perfetti, potrebbe obiettare che, con ogni probabilità, si tratta di una graduatoria compilata da “comunisti” o da loro simpatizzanti.
Ed infatti a curarla sono noti “comunisti” ed ancor più noti “sovversivi” del calibro di Amnesty International, dell’Università della Colombia, di Ted Turner, (il fondatore della CNN), del premio Nobel per la pace Desmond Tutu, del Dalai Lama, dell’ex presidente degli USA, Jimmy Carter e dell’ex segretario generale dell’ONU, Kofi Annan!
Tornando al Rapporto, abbiamo già detto che la Nuova Zelanda occupa la prima posizione (è dunque il “Paese migliore”); tuttavia, rispetto al numero di persone alfabetizzate, Cuba (99,8%) la supera; e supera anche gli Stati Uniti. Sono invece migliori i dati cubani sulla mortalità infantile: appena il 5, 0 per mille nati vivi.
Due dati ancora, giusto per fare un dispetto a Sansonetti-il Cretinetti (per inciso, basta pensare ad uno così per convincerti che il partito a cui risale la responsabilità della sua nomina a direttore di un giornale merita soltanto di essere annegato sotto un’alluvione di sputi).
La voce “Rispetto dei diritti umani” vede Stati Uniti e Cuba occupare la stessa posizione. La qual cosa dovrebbe indurre, coloro che condannano Cuba, ad esprimere lo stesso giudizio nei confronti degli Stati Uniti.
Quanto, per concludere, al “Tasso di scolarità primaria”, esso tocca a Cuba il 96,6 per cento; negli USA il 91,6%.
Ci fermiamo qui: con la coda dell’occhio abbiamo notato che il “compagno” Sansonetti, colto da convulsioni, non dà più segni evidenti di vita…


di Matteo Sepulveda