Canale Video


Calendario

Ottobre 2021
L M M G V S D
« Set    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio Articoli

A caccia di bambini

Le nefandezze a stelle e strisce

Il decaduto regime fantoccio afgano arrestava e torturava i bambini sospettati di connivenza con i talebani e tutto questo con l’approvazione e l’appoggio dei gringos. Questo è quanto ha denunciato Human Rights Watch poche settimane prima della caduta di Kabul.
Questi bambini rischiavano, tra l’altro, qualcosa come 15 anni di galera, le loro confessioni estorte e la loro prigionia avveniva all’interno delle strutture militari.
In galera finivano anche i figli di coloro i quali erano coinvolti in azioni contro l’esercito amerikkkano
Bisognerebbe ricordarlo quando ci propinano le foto dei buoni soldati (e soldatesse) amerikkkani che tengono in braccio i bambini nell’inferno dell’aeroporto di Kabul.
Che la tortura fosse all’ordine del giorno nelle carceri dell’esercito gringo è cosa arcinota; ora questo esercito di invasori si è macchiato di ulteriori infamità che, ovviamente, resteranno impunite così come impunite sono rimaste tutte le nefandezze compiute dagli uomini a stelle e strisce.
In questi giorni, ricordiamo, è caduto l’anniversario del processo (5 settembre 1971) relativo alla strage di My Lai, processo in cui il tenente Calley venne condannato all’ergastolo per la strage di 347 persone. Fece in tempo a scontare 3 anni di arresti domiciliari per poi essere graziato.

M. R.