Canale Video


Calendario

Settembre 2021
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivio Articoli

Tortura

La tortura nella carceri italiane è una prassi consolidata
Sia chiaro: quanto successo recentemente nel carcere di Santa Maria Capua a Vetere non è affatto un caso isolato ed, infatti, episodi simili si sono già verificati nel carcere di Ferrara e San Gimignano, senza contare quanto già denunciato in occasione del G8 di Genova nel 2001 e quanto accadeva ai compagni nella galere negli anni settanta.
Il problema è che certa stampa riporta gli episodi come fatti unici e separati l’uno dall’altro in modo che figurino agli occhi dell’opinione pubblica (che di certo non si occupa e tanto meno si preoccupa del problema) come episodi isolati e sporadici dovuti a situazioni eccezionali.
Al contrario se tali episodi fossero analizzati nell’insieme non potrebbe che emergere che tali pratiche vessatorie non sono altro che una prassi assolutamente consolidata e, il più delle volte, coperta dalle istituzioni. Quanto è rimasto nascosto dall’omertà, o dalla paura, di chi ha subito i pestaggi nel corso della storia repubblicana?
Già il solo fatto in sé sarebbe di una gravità estrema, ma va specificato che tale prassi è normalmente legata alla repressione di episodi di rivolta e di rivendicazioni che, nello specifico del caso di Santa Maria Capua Vetere, riguardava una lotta per ricevere le protezioni basilari dalla pandemia del Covid. Questa nello specifico è una forma violenta e punitiva di reazione da parte delle guardie, ma non si deve dimenticare che la tortura non si manifesta unicamente nella forma violenta delle botte e delle umiliazioni.
La tortura può essere anche psicologica e può anche manifestarsi nella vita  quotidiana di chi è costretto in una gabbia e, anzi, nella maggior parte dei casi è quello che avviene normalmente.
Del resto ci sono elementi inquietanti che lo testimoniano: la questione del sovraffollamento delle carceri italiane, che è stato denunciato più volte anche dalle istituzioni europee, oppure quanto emerge dalle statistiche in merito ai tentativi di suicidio da parte dei detenuti, un dato in costante crescita da molti anni a questa parte.

Anna k.