Canale Video


Calendario

Settembre 2021
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivio Articoli

Clamoroso!

Apriamo l’edizione odierna del nostro giornaleonline con una clamorosa notizia dell’ultima ora, anzi dell’ultimissimo momento.
Il nostro molto onorevole e molto stimato Caporedattore, sia sempre stimato, lodato e benedetto il suo nome, anzi la sua firma, è sfuggito ad un attentato, tesogli mentre stava rientrando a casa dopo una giornata di duro (macché: di durissimo!) lavoro.
Uno sconosciuto, infatti, con una divisa forse della guardia di finanza o della guardia padana, ha cercato di aggredirlo sulle scale di casa, dove lo stava aspettando armato delle poesie di Sandro Bondi, l’inclito Poeta che contende al prode musico Apicella l’alloro per il miglior Artista che la Storia ricordi.
Era intenzione del mancato attentatore leggergliele tutte, dediche al Superviagra nazionale comprese!
Il nostro eroico Caporedattore, sia sempre stimato, lodato e benedetto il suo nome, anzi la sua firma, si è salvato da tanta gratuita ed inimmaginabile (?) violenza grazie all’intervento della sua occasionale guardia del corpo: lo stimato compagno Redattore Das Das che lo stava accompagnando a casa, pronto al classico bicchiere della staffa.
Anticipando le bevute che sarebbero iniziate di lì a poco, se tutto si fosse svolto normalmente, il compagno Redattore Das Das ha prontamente esploso tre rutti micidiali, frutto di una precedente semi-ubriacatura di birra consumatasi come al solito nel corso della riunione di Redazione de IL BUIO.
I tre rutti micidiali si sono persi nelle scale, ma hanno costretto il malcapitato potenziale attentatore ad una fuga disordinata ed un po’ caotica, come dimostrano le contrastanti versioni dei testimoni.
Il mancato attentatore ha però lasciato una traccia inequivocabile, che è già al vaglio dei signori Inquirenti, chiamati sul posto del tentato crimine dai vicini che temevano l’ennesima dimostrazione di ubriachezza molesta del nostro Caporedattore e del compagno Redattore Das Das: due annunci pubblicitari, che evidentemente venivano usati, per via della crisi economica galoppante, come altrettanti segnalibri (anzi: segnapoesie).
Il primo: “Causa errato acquisto, vendo settecento Soli delle Alpi, utilissimi come posacenere, vassoi per la polenta taragna o come tagliere per le salamelle nostrane confezionate dalle mani-sante della Trota Bossi. Telefonare al sindaco di Adro”.
Il secondo: “Cedo al miglior offerente una fascia tricolore da sindaco, usata pochissimo, anzi mai, e come nuova. Telefonare ai sindaci leghisti o mettersi in contatto con i rom che le hanno, come loro solito, immediatamente rubate”.
Basta con questo clima di odio: oggi le poesie di Bondi, domani cosa ci toccherà?
Lo Zibaldone di Renzo Trota Bossi o i Pensieri dello sveglio, geniale ed intelligentissimo genitore?
Che cosa stanno facendo le Forze dell’Ordine (celtico)? Che cosa sta facendo il Governo, a parte nominare Ministro Romani e dunque premiare, al solito, i terùn?

La Red/azione