Canale Video


Calendario

Gennaio 2021
L M M G V S D
« Dic    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio Articoli

Il satana sionista

Il 22 novembre, l’entità sionista ha bombardato l’area di Sheikh Ajlin, il quartiere di Tal al-Hawa a Gaza occidentale, i quartieri di Shuja’iyya e Al-Zaytoun a est, così come delle città di Khan Younes e Rafah nel sud, distruggendo case palestinesi e provocando ingenti danni materiali.
In Cisgiordania, martedì scorso l’esercito sionista ha preso d’assalto il villaggio di Ras-Karkar a ovest di Ramallah e ha invaso il nord-est del villaggio per espandere le operazioni di colonizzazione della terra palestinese. I militari sionisti hanno arrestato undici palestinesi, compreso un adolescente. L’agenzia di stampa Wafa ha rivelato anche che i sionisti hanno  preso d’assalto le città di Ramallah e al-Bireh e le città di Silat al-Harithiya a Jenin, Awarta e Beit Furik a Nablus e il campo di Al-Aroub ad al-Khalil. Attacchi aerei, aggressioni, rapimenti, distruzione e perquisizioni di case, perquisizioni, il terrore esercitato sui palestinesi non si ferma mai. La colonizzazione brutale continua. I media occidentali tacciono e brandiscono il loro coronacircus per narcotizzare la gente. Il popolo palestinese sta morendo, eppure resiste nonostante il silenzio del mondo intero, non soltanto di quello arabo.
Da parte sua, la Siria sta gradualmente riprendendo il controllo del paese e sta andando avanti con determinazione verso la fine di una sordida guerra guidata dall’Occidente terrorista. La sconfitta ha lasciato l’amaro in bocca ai pitbull sionisti e ai loro appaltatori
Nonostante questo, l’entità sionista non smette di mordere; e niente sembra fermarla, non avendo altra vocazione se non quella di aggredire, di azzannare a morte il nemico palestinese. La scorsa settimana, aerei da guerra sionisti hanno preso di mira i siti militari appartenenti alla Resistenza nella capitale Damasco. I sistemi di difesa aerea hanno risposto e hanno impedito un massacro. Tuttavia, diversi soldati sono stati uccisi secondo l’agenzia di stampa Sana . Mercoledì, due attacchi separati sono stati lanciati dalle alture del Golan occupate da “Israele”.  Queste azioni hanno causato solo danni materiali, ma, ciò nonostante, rivelano il “terrorismo disinibito” che contraddistingue l’entità sionista.
Le popolazioni dell’Occidente non reagiscono nemmeno più a questi eventi.  Per loro, una nuova moschea ed un velo islamico  sono peggio delle bombe.
I morti non contano più, l’arroganza dei potenti è stata accettata come qualcosa di scontato perché “naturale”.
L’entità sionista uccide impunemente e il Satana della mitologia religiosa sorride all’arrivo del suo trionfo.

Red4