Canale Video


Calendario

Ottobre 2020
L M M G V S D
« Set    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivio Articoli

La solitudine palestinese

Il 13 agosto scorso,  il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato in maniera inaspettata la normalizzazione dei rapporti tra Emirati Arabi Uniti e Israele. Normalizzazione dei rapporti significa l’inizio delle relazioni diplomatiche tra i due paesi: un evento enorme, in un certo senso, perché non era mai successo che un paese arabo del Golfo Persico riconoscesse ufficialmente Israele.
Lo stesso 13 agosto, parlando con una sola voce, i gruppi palestinesi hanno prontamente e decisamente denunciato l’accordo.
Hamas lo ha condannato sostenendo che esso non fa nulla per la causa palestinese e  che ignora i diritti del popolo palestinese trattandosi di “una pugnalata alle spalle del popolo palestinese. I Comitati di resistenza popolare (PRC), da parte loro, hanno sottolineato che esso è il prodotto (l’ennesimo!) di “ un’ampia cospirazione contro il popolo palestinese”.
Anche il movimento della Jihad islamica lo ha denunciato, paragonandolo a una “resa”.
In una dichiarazione congiunta, Stati Uniti, degli Emirati Arabi Uniti ed entità sionista, invece, hanno sostenuto che questa “svolta” promuoverà “la pace nella regione del Medio Oriente e testimonierà l’audace diplomazia e visione dei tre leader”, con riferimento a Trump, al principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed bin Zayed al-Nahyan e a Netanyahu.
Secondo l’accordo, l’entità sionista sospenderà “i suoi piani per annettere parti della Cisgiordania occupata “e concentrerà i suoi sforzi “sull’espansione dei legami con altri Paesi del mondo arabo e musulmano”.
In realtà, ed in definitiva, per la quarta volta una nazione araba ha allacciato. piene relazioni diplomatiche con l’entità sionista. E gli Emirati sono ora il primo Stato arabo del Golfo a farlo, essendo arrivati a superare l’infame traguardo della connivenza con i crimini dell’entità sionisti dopo l’Egitto, la Giordania e la Mauritania.
Il popolo palestinese sarà costretto a combattere sempre più solo la giusta lotta contro l’occupazione sionista?

Red4