Canale Video


Calendario

Dicembre 2020
L M M G V S D
« Nov    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio Articoli

Esclusioni significative

Gli USA sono per ammissione dei giornaloni e di tutti indistintamente i media di regime la nazione in cui più diffuso è il Coronavirus, e più devastanti si stanno rivelando, giorno dopo giorno, le conseguenze dell’epidemia. Un primato che Rimba (abbreviativo di “rimbambito”) Trump condivide con il suo “parente scemo”, il brasiliano Bolsonaro.
La gravità della situazione in Gringolandia è, fra l’altro, testimoniata da uno dei due giornaloni per eccellenza, l’altro essendo il Corriere della Sera, e cioè La Repubblica, il fogliaccio organo ufficiale del PD e della (falsa) Sinistra catto-comunista.
La quale Repubblica, in data 10 luglio, a pagina 14, in una colonna specifica come “gli Stati Uniti hanno ieri registrato l’aumento più alto di casi in un giorno, oltre 60mila, con 3 milioni di contagiati e 132mila morti: da soli hanno circa un quarto delle infezioni nel mondo”.
In un’altra colonna, complementare alla precedente, un articolo elenca i Paesi da cui il Governo tricolorato non ammette i provenienti, e aggiunge i Paesi i provenienti dai quali saranno sottoposti a quattordici giorni di quarantena (fra di essi, il Giappone, il Canada e la Cina, con riserva di reciprocità).
Degli Stati Uniti, che pure hanno un tasso di contaminazione ben superiore ai Paesi “proscritti”, non si fa (inspiegabilmente?) alcun cenno .
Una banale distrazione o l’ennesima prova di servilismo nei confronti del Padrone yankee?
La risposta è talmente scontata che non ci sarò alcun premio, neanche un viaggio a Disneyland, per chi risponderà esattamente.

Red4