Canale Video


Calendario

Giugno 2020
L M M G V S D
« Mag    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivio Articoli

La resistenza dell'ignoranza

La notizia fa riferimento a sedicenti “Giovani del PD” . Giovani del PD? In quell’accozzaglia di venduti, delatori e carrieristi che è il PD militano anche dei “giovani”? Incredibile, ma, a quanto sembra, vero. Sì, perché, in occasione delle cerimonie commemorative del 25 aprile 2020, i giovani “del PD” hanno dato prova di meritare l’adesione ad un partito di incompetenti e di ignoranti, commettendo una gaffe clamorosa. Degna di giovinastri senza cultura e senza storia, senza ambizioni che non siano quelle di far carriera in fretta e senza alcun titolo di merito.
E’ successo infatti che sia comparsa, sulla pagina Facebook dei Giovani Democratici di Albano Laziale, Cecchina e Pavone , nei Castelli Romani, una foto che avrebbe dovuto celebrare Arrigo Boldrini, nome di battaglia “Bulow”, uno dei principali organizzatori della Resistenza romagnola.
Peccato che, in realtà, la foto utilizzata dai giovinastri raffiguri, anziché un partigiano, un soldato delle Brigate nere.!
Insomma, i giovani del Partito Democratico hanno scambiato i fascisti per i partigiani, la materia fecale per eccellenza con il minerale più prezioso, quello che resiste a lungo sotto terra per poi venire alla luce e, direbbe un poeta, “arricchire l’Umanità”. Se per voi è un errore di poco conto…

Neppure la presenza di Ferdinando Mezzasoma, vice-segretario del Partito Nazionale Fascista e ministro della Cultura Popolare della sedicente Repubblica Sociale Italiana, fucilato con le altre carogne in fuga con il Duce, che si distingue in maniera nitida sullo sfondo dell’immagine, è servita ad evitare una figuraccia ai Giovani Democratici laziali.
A conferma, se mai ce ne fosse stato bisogno, che, nel PD, l’ignoranza non ha limiti di età.
Sorta di egualitarismo generazionale che è poi l’ultima tenue traccia di Comunismo in un partito fortunatamente sulle soglie dell’estinzione…
P. S.
“In famiglia”, la gaffe (?) dei rampolli ignoranti del PD ha un precedente. Il 25 aprile di tre anni fa, a Milano, al tradizionale corteo commemorativo appare, come riferisce Il Giorno del 27 aprile 2017, un “Cartello su Coco Chanel (…). Il Pd ammette: un errore. La stilista ha avuto un passato da antisemita ma al corteo milanese del 25 aprile è comparso il cartello targato Pd “Coco Chanel. Patriota europea”

Luca Ariano