Canale Video


Calendario

Aprile 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivio Articoli

Chi ha vinto la guerra?

Dopo la sbronza di propaganda di queste ultime settimane, ricordiamo solo alcuni fatti, alcune date e delle cifre.
Non serve altro.
La Red/Azione

Dopo la sconfitta della Francia nell’estate del 1940 l’abbandono dei piani per invadere la Gran Bretagna e la decisione di Hitler di sferrare l’operazione Barbarossa contro l’Unione Sovietica con il grosso delle forze della Wehrmacht, l’esercito tedesco assunse un ruolo difensivo nell’Europa occidentale occupata. Inizialmente la Francia divenne principalmente un terreno per riorganizzare le divisioni ritirate dal fronte orientale.
Il 22 giugno 1941 alle ore 3.15 fu lanciata l’Operazione Barbarossa, la più grande invasione della storia militare.
Nel giugno 1942, dopo la visita in occidente del ministro degli esteri sovietico Molotov, i massimi vertici politico-militari alleati decisero di affrontare la questione del “secondo fronte. La delegazione britannica prevalse e convinse Marshall e Roosevelt a organizzare un’offensiva contro le forze collaborazioniste francesi in Algeria e Marocco. I sovietici criticarono la scelta strategica, ritenuta non in grado di distogliere importanti forze tedesche dal fronte orientale.
Il 19 novembre 1942 i sovietici lanciarono la grande Operazione Urano che prese in trappola la 6a armata tedesca; il generale Paulus, i resti della 6a armata furono infine costretti alla resa dalle forze sovietiche il 2 febbraio 1943 (vittoria della battaglia di Stalingrado). Successivamente L’Armata Rossa sferrò una continua serie di offensive che riuscirono a indebolire gradualmente l’esercito tedesco e a liberare tutti i territori invasi.

Il Fronte Occidentale per quasi quattro anni non fu protagonista di nessun scontro terrestre di grandi dimensioni (con la parziale eccezione dello sbarco in Sicilia e di alcune azioni di guerriglia della resistenza francese) fino al 6 giugno 1944 (giorno noto come il “D-Day“), dove le limitate forze della Wehrmacht in occidente furono sorprese dallo sbarco in Normandia.
Nel 1944 le truppe sovietiche avanzavano inarrestabili in Europa orientale e in Germania concludendo vittoriosamente la guerra entrando a Berlino il 30 aprile 1945.

* Numero truppe tedesche impiegate sul fronte orientale all’inizio dell’operazione Barbarossa (oltre alle truppe degli eserciti alleati alla Germania): 3.400.000 uomini
* Numero truppe tedesche dislocate in Europa nella stessa fase (in quella successiva furono tolte forze per aggiungerle allo stesso fronte orientale): 1.300.000 uomini

* Morti seconda guerra mondiale: militari  24.400.000, civili 43.600.000, totale 68.000.000
* Unione Sovietica: militari 8.000.000,  civili 17.000.000, totale 25.000.000
* USA-Francia-Inghilterra: militari 887.000,  civili 452.000, totale 1.339.000