Canale Video


Calendario

Luglio 2019
L M M G V S D
« Giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio Articoli

Indecenze pentastellate

Dobbiamo confessare che il dilemma ci ha assillato fino all’ultimo: quelli del Movimento5stelle (M5s) sono degli idioti incompetenti oppure sono dei cinici opportunisti?
Poiché, invertendo l’ordine dei fattori il prodotto non cambia, la conclusione a cui siamo arrivati è che i Pentastellati e la mandria al loro séguito… sono entrambe le cose.
A spingerci a questa conclusione non è stata soltanto, come avrete sicuramente sospettato, la nota regola aritmetica, bensì la recente approvazione del Decreto Sicurezza bis da parte del Governo più indecente dell’intera storia della Repubblica “nata dalla Resistenza”. Un Decreto voluto dalla Lega di Salvini, è vero; ma approvato anche dal M5s. Che di una simile mostruosità giuridica è dunque a tutti gli effetti corresponsabile.
Compiendo un incredibile voltafaccia, com’è loro abitudine, rispetto a tutto quello che avevano sostenuto solo fino a poche settimane prima.
I “grillini” (trattandosi comunque di insetti, meglio e più appropriato sarebbe chiamarli i vermi) che hanno approvato il decreto più repressivo che l’Italia repubblicana abbia mai avuto (altro che “legge Reale”, altro che “decreto Cossiga”!) sono gli stessi che, nel marzo di due anni fa proponevano in Commissione Affari Istituzionali di mettere il numero identificativo sui caschi della Polizia, con un emendamento firmato, fra gli altri, da quell’autentico “cervello” che è il ministro ed ex-ufficiale dei Carabinieri Toninelli.
I “grillini”, dicevamo: gli stessi che avevano fatto il loro esordio in Parlamento sempre con la stessa idea di trasparenza anti-repressiva
Il guru di questa accozzaglia di incapaci e di arrivisti come non se ne vedono neanche in Forza Italia e nel PD, Beppe Grillo, nel 2011, nel decennale dalla “macelleria messicana” alla Diaz aveva dichiarato: “Avverto una crescente separazione tra la Polizia e i cittadini. (…). Faccio due proposte: la prima è l’introduzione di un identificativo per ogni poliziotto, come avviene in molti altri Paesi come gli Stati Uniti; la seconda è una serie di incontri aperti ai cittadini con la Polizia nelle varie città nei quali ogni problema relativo alla sicurezza sia discusso e affrontato. La Polizia è dei cittadini, non del Potere, ed è con i cittadini che deve confrontarsi (sic!)”.
Da allora, cos’è cambiato? E’ cambiata una cosa sola: Pentastellati hanno preso il potere, e, difronte al rischio di perderlo in ogni momento, se lo tengono stretto, molto stretto.
Perché, ad ipocriti opportunisti, ad idioti incompetenti del genere nessuna persona ragionevole è più disposta a lasciarlo.

Eugenio Colombo&Dora Tosta