Canale Video


Calendario

Luglio 2019
L M M G V S D
« Giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio Articoli

Fine miserabile di un miserabile

Ricordate Guaidò, Juan Guaidò? E’ il miserabile agente prezzolato dell’imperialismo gringo che l’Assemblea nazionale venezuelana aveva proclamato, nel gennaio scorso, presidente ad interim, con ciò dichiarando “illegittimo” il legittimo presidente chavista Nicolàs Maduro.
Guaidò, con l’appoggio della feccia reazionaria di tutto il mondo, dagli USA alla UE, dal brasiliano Bolsonaro all’italiota Salvini, in un mese avrebbe dovuto condurre il Venezuela alle elezioni grazie alla rivolta dell’Esercito venezuelano contro la “dittatura chavista” ed al sostegno infame ed infamante dell’Imperialismo gringo.
Passano i mesi e, di golpe anti-madurista, non s’è vista e non si vede traccia alcuna.
Così, il problema che oggi hanno i burattinai del mancato golpista Guaidò si sostanzia in come sbarazzarsi nel modo più indolore possibile della loro creatura.
Ecco allora che, qualche giorno fa, il Panam Post, un giornale di destra con sede a Miami, la patria-covo della feccia anti-castrista, ha svelato che alcuni membri dello staff di Guaidò ed il partito di quest’ultimo hanno sperperato in lussi (fatture e liste di spese per importi da 3 milioni di pesos al giorno “in hotel e club”, oltre a spese giornaliere nell’ordine di “mille dollari per cibo e bevande”. Oltre a questo, “abbigliamento costoso nei negozi di Bogotá, veicoli di lusso” , puttane, ecc.) centinaia di migliaia di dollari raccolti per alloggiare in Colombia il pugno di disertori (si parla di settecento) venezuelani ed aiutare la popolazione “alla fame”.
Così finiscono i miserabili, con tanti “bacioni” agli anti-maduristi di casa nostra Matteo Salvini  e letamaio al séguito.

Matteo Sepulveda