Canale Video


Calendario

Luglio 2019
L M M G V S D
« Giu    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Archivio Articoli

Pericolo fascista?

Facciamo un passo indietro nel tempo. Cosa peraltro tutt’altro che insolita per chi, di fronte alle nefandezze ed alla stupidità del sedicente “Governo del cambiamento”, arriva paradossalmente a ricordare e a rimpiangere gli anni della Prima Repubblica.
Oggi, però, il passo che faremo è molto più breve.
Perché arriva solamente  alle elezioni europee dello scorso maggio. A chi non è venuta la curiosità di sapere com’è andata la consultazione a Casal Bruciato, il quartiere della periferia-est di Roma teatro delle “prodezze” delle scimmie cerebrolese di Casa Pound contro i rom assegnatari di un alloggio di edilizia popolare e, nelle previsioni dei Sinistrati di tutte le parrocchie e parrocchiette, anticipazione della sorte che inevitabilmente toccherà all’Italietta salviniana?
Preparatevi a qualche sorpresa.
Nel IV municipio della Capitale, dove c’è anche Casal Bruciato, la periferia dei tricolori alle finestre  per ribadire il concetto del “prima gli italiani” (a finire in galera?) la maggioranza dei residenti ha votato il PD, con il 28,66%; mentre la seconda  posizione se l’é aggiudicata la Lega di Salvini, con il 26,8%.
E Casa Pound? La “terribile, temuta, inarrestabile” Casa Pound? I “diabetici per scelta” nazifascisti hanno avuto la fiducia di… 471 persone (contro le 20.244 che hanno scelto il PD e le 18.892 che hanno preferito la Lega)!
Un risultato che definire ridicolo è poco, molto poco, soprattutto se si pensa che il Partito Comunista di Marco Rizzo ha ottenuto l’1,11% delle preferenze dei residenti, 310 voti in più rispetto ai camerati dello scimmione-capo Simone Di Stefano!

Red4