Canale Video


Calendario

Aprile 2019
L M M G V S D
« Mar    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Archivio Articoli

Interrogatori

Non permetterò che siano sbirri e giudici a dirmi quale deve essere la mia idea di democrazia”.
Dash Hammett

Quando, negli anni della cosiddetta Guerra Fredda, la Commissione di inchiesta per le attività anti-americane (HCUA) presieduta dal senatore repubblicano del Wisconsin, Joseph Mc Carthy, convocò Dashiell Hammet per interrogarlo a proposito di un documento del Partito Comunista USA (di cui Hammet faceva parte) siglato con le lettere “d.h.” e gli chiese se le riconoscesse, lo scrittore rispose: “Sì, le riconosco. Sono due lettere dell’alfabeto”.
La risposta, come si sa, non gli risparmiò due anni di galera nel Paese considerato, soprattutto dalle legioni di servi sparse un po’ dappertutto nel mondo,  l’unica, sola e vera “Patria della Libertà”,.
Ad anni di distanza, quando ad un sospetto-terrorista accusato di far parte dell’Organizzazione rivoluzionaria attiva in Italia negli anni Settanta-Ottanta del secolo scorso, un giudice, mostrandogli un volantino siglato B.R. e rinvenuto nel corso della perquisizione nella casa dell’indagato, chiese se riconoscesse quella firma e quella sigla, il sospetto brigatista pare non abbia esitato a rispondere: “Sì, certo: B.R., cioè Bravi Ragazzi”.
Anche in questo caso, la sincerità, la prontezza e l’onestà della risposta non evitarono al sospetto-terrorista anni di carcere.
Ed anche in questo caso in un Paese che si considerava e veniva considerato assolutamente “libero e democratico”.

Luca Ariano