Canale Video


Calendario

Agosto 2019
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivio Articoli

Una clamorosa conferenza-stampa

Autorità e servilismo vanno sempre di pari passo.
Pëtr Kropotkin

“Nei giorni scorsi, l’attuale Ministro degli Interni, il leghista Matteo Salvini, ha convocato una conferenza-stampa per annunciare che il suo Governo ha per l’ultima volta chiesto alla Germania l’estradizione immediata di Harald Espenhahu e Gerald Priegnitz, i due ex dirigenti della ThyssenKrupp condannati in via definitiva il 13 maggio 2016 per omicidio colposo plurimo al termine del processo per il rogo allo stabilimento di Torino in cui, tra il 5 e il 6 dicembre 2007, morirono sette operai. Nonostante ciò, i due manager sono ancora liberi e vivono indisturbati in Germania.
“Totale rottura delle relazioni diplomatiche’ fra i due Paesi dell’UE ed ‘ulteriori forti azioni di ritorsione a tutti i livelli’ nel caso in cui la richiesta di estradizione non venisse accolta: questi i provvedimenti minacciati dal ministro Salvini. Che ha concluso la sua dichiarazione con le parole: ‘Non permetteremo che i Krukki mangiapatate calpestino impunemente la sovranità ed i legittimi diritti del popolo italiano.”

La notizia che avete appena finito di leggere è assolutamente falsa. E’ cioè una (nostra) invenzione.
Naturalmente, aggiungiamo noi. Perché la Merkel non è Bolsonero; ed i due criminali ex-dirigenti della ThyssenKrupp non sono Cesare Battisti. E poi perché Matteo Salvini non è un uomo politico, bensì un patetico guitto. In quanto tale prono, con l’immancabile rosario fra le mani sporche degli intingoli della Isoardi e l’immaginetta di padre Pio regalatagli dal premier Conte, cucita sotto la felpa, al cospetto dei Padroni.
Sia quelli al potere in Brasile sia quelli alla guida del governo in Germania, indifferentemente.

Red2