Canale Video


Calendario

Gennaio 2019
L M M G V S D
« Dic    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio Articoli

Un'invasione islamica?

Il mio vicino di casa, che, ricordate?, è convolato a “giuste” e prevedibili nozze con la famosa “casalinga di Voghera”, a sua volta imparentata con l’ugualmente famosa “cuoca di Lenin”, entrambe figurine dell’album “L’Incompetenza al Potere”, si lamenta un giorno sì e l’altro pure della presunta “invasione islamica” di cui, a suo giudizio, sarebbe vittima l’Italia. Il Paese che lo obbligherebbe, sempre a suo modo di vedere, a pagare tasse salatissime che lui, a dirla tutta, si preoccupa sistematicamente di evadere, al pari della stragrande maggioranza dei suoi connazionali.
Ma le cose stanno veramente così? I fatti, in questo caso le cifre, gli danno assolutamente ragione? C’è veramente un’”invasione islamica” in atto?
Secondo i dati forniti dalla Fondazione ISMU, un ente scientifico indipendente che analizza e studia la multietnicità in Italia ed in Europa, su 5milioni144.440 stranieri residenti nel nostro Paese a tutto il primo gennaio 2018, i musulmani sono poco più di un milione e mezzo, e cioè poco più del 28% del totale. I cristiani, invece, sono il doppio, quasi tre milioni, in aumento di circa 50mila unità nell’ultimo biennio.
Nel complesso, il 57,7% dei cittadini stranieri residenti nel nostro Paese è di religione cristiana, non musulmana. La maggioranza cristiani ortodossi (1milione600mila, un milione circa dei quali rumeni), mentre i cattolici raggiungono la cifra di 1milione100mila.
A quanto pare, anche in questo caso il mio vicino di casa ha torto. Anche perché ignora che, a Roma, c’è il Vaticano, non La Mecca. E che, vicino alla sua abitazione (che è poi anche la mia) è strapieno di preti e di chiese, non di imam e di moschee.

Red3&Red2