Canale Video


Calendario

Maggio 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio Articoli

Dal letame al letame

A leggere notizie così la “gggente de sinistra” rischia una crisi di identità o un collasso nervoso. Problemi loro. Noi, comunque, non siamo riusciti a nascondere un moto di soddisfazione che si è immediatamente tradotto in un commento tanto laconico quanto compiaciuto: c’era da scommetterci! Perché, non ce voglia il mai a sufficienza rimpianto Fabrizio De André, non è vero che “dal letame nascono i fiori”: dal letame nasce solo e sempre altro letame..
Il primo caso di letame è quello di Liberi&Uguali, l’ultimo prodotto, ma solo in ordine di tempo, della mini-galassia di falliti e di fallimenti della falsa Sinistra imperialista di casa nostra.
Nata appena un anno fa, per la precisione nel novembre del 2017, Liberi&Uguali si è sùbito… scissa! In cinque: i tre costituenti (MDP, Possibile, Sinistra italiana) e, ora, dopo l’ennesima sfida alla legge matematica, prima ancora che logica, secondo la quale lo zero assoluto non è suddivisibile, Futura (di Laura Boldrini) e Patria&Costituzione (di Stefano Fassina). Se si tien conto del PSI di Nencini e di Potere al popolo, ora, “ a sinistra” sono più o meno una decina. Una decina di niente e di nullità. Con tanti saluti all’”Unità della sinistra” che, a sentir loro, rende “forti” e quindi va perseguita costi quel che costi.
Il secondo caso di letame è offerto da Rifondazione Comunista e da Potere al popolo, l’una e l’altro noti e famigerati esempi di turlupinatura politica ad uso degli allocchi “de sinistra”, un specie che, al pari di quella delle pantegane, non si estingue mai.
E’ successo infatti che, dopo la rottura tra il Partito della Rifondazione Comunista e Potere al Popolo — per essere precisi, dopo che il PRC ha abbandonato PaP  — Rifondazione ha deciso di…” passare alle vie legali”!
Con una lettera inviata dal segretario Maurizio Acerbo a Viola Carofalo e a Giorgio Cremaschi, Rifondazione intima ai due di non usare il simbolo di PaP; e, in caso contrario, minaccia di ricorrere in tribunale.  Avete letto bene: non “al popolo” o “alla Storia” o a quel che volete: proprio al giustamente sempre vituperato Tribunale borghese!
Adesso che vi siete fatti un’idea del livello miserabile raggiunto da rifondaroli  e mandrie varie al séguito potete anche capire perché il quesito “ma dov’è e cosa fa la Sinistra” sia privo di senso al pari dell’interrogativo “ma dov’è e cosa fa dio”.
In entrambi i casi, non sono da nessuna parte e non fanno nulla semplicemente perché non sono mai esistiti.

Red5