Canale Video


Calendario

Dicembre 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Archivio Articoli

Crimini ad orologeria

I crimini degli yankees, e dei Paesi-servi al loro sèguito, possono essere definiti “ad orologeria”. Perché non vengono commessi una tantum, cioè una volta per tutte.
Prendete il caso della Jugoslavia, la nazione sovrana ed indipendente aggredita qualche anno fa da una coalizione internazionale (targata NATO) guidata, come sempre quando si tratta di aggressioni, di stragi e di crimini contro l’Umanità, dagli USA, il Paese di m… (per dirla con Trump) per eccellenza.
Durante i tre mesi di bombardamenti “umanitari” di città e di villaggi vennero uccisi, secondo i dati ufficiali che, per più di una ragione, quella del buonsenso per prima, vanno valutati per difetto, 2500 civili, fra i quali 89 bambini e 12.500 feriti.
Come rivela un recente rapporto della Caritas italiana, in Bosnia Erzegovina, il Paese più minato di un’Europa che, a dispetto dei pacifinti sinistroidi e degli europeisti di tutte le parrocchiette, negli ultimi vent’anni gli ordigni hanno dilaniato 1751 persone, uccidendone 612, 12 delle quali nel solo 2017.
Nel caso particolare del Kosovo, dal 1999 si sono verificati 576 incidenti, con 17 morti.
Tutto ciò a dimostrazione che lo sminamento del terreno procede, nonostante gli impegni e le aspettative, a rilento.
Altrettanto a rilento, per la verità, si svolge il processo di “pacificazione”.
Attraverso un sondaggio effettuato fra i giovani nati al termine del conflitto nei Balcani provocato dall’aggressione imperialista di cui è stata vittima la Jugoslavia, la Caritas ha potuto registrare l’assenza di “una memoria collettiva condivisa”. Permangono infatti, nelle giovani generazioni, “opposte visioni delle vicende storiche”, per cui “ognuna si riconosce come vittima, additando l’altro come ‘responsabile’” (Avvenire del 17 febbraio, pag.17).
Quello fin qui sommariamente ricordato, non vi pare l’ennesimo evidente e significativo esempio di “bombardamento ad orologeria”, “specialità” di cui gli imperialisti sono sempre stati indiscussi maestri? A cui, è sempre opportuno ricordarlo quando ci si riferisce all’aggressione NATO alla Jugoslavia, offrirono di buon grado i loro luridi servigi alcuni di quelli che oggi non si vergognano di candidarsi, nell’occasione delle elezioni politiche del marzo 2018, nella lista “Potere al popolo”…

Dora Tosta