Canale Video


Calendario

Novembre 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Archivio Articoli

Estradare chi?

I due manager tedeschi condannati, con sentenza della Corte di Cassazione del maggio 2016, per la strage alla Thyssenkrupp – la più importante azienda d’Europa nel settore siderurgico – avvenuta a Torino nel dicembre del 2007 ed in cui morirono sette operai, non hanno ancora scontato neppure un giorno di galera.
Perché “si attende” che la giustizia tedesca recepisca, nonostante i numerosi solleciti che avrebbe ricevuto dalle corrispondenti autorità di casa nostra, la richiesta di estradizione conseguente alla condanna a suo tempo comminata, ed ormai “passata in giudicato”, come si suol dire in burocratese.
Per i due krukki assassini, tuttavia, a differenza di quello che è avvenuto per Cesare Battisti, un povero piccolo imbecille che si è illuso di riscattare la propria esistenza anonima e miserabile indossando le vesti craxiane dell’esule e del  perseguitato politico, i pennivendoli di regime si sono ben guardati dal lasciarsi andare ad un qualsiasi coro di ingiurie, calunnie, pettegolezzi…, per quanto flebile e di circostanza potesse essere.
Mao Tse tung sosteneva che “le morti non sono tutte uguali”.
Lo faceva buon diritto.
Red4