Canale Video


Calendario

Dicembre 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio Articoli

Vieni avanti, cretino!

Rubruca periodica

Oggi il protagonista della nostra rubrica periodica, il cui successo, ci si perdoni l’immodestia, è inversamente proporzionale all’indice di gradimento del Governo Gentiloni, la replica catastrofica del precedente governo del Supercazzaro fiorentino, non è una persona fisica: è addirittura una nota associazione di consumatori, il Codacons.
Che ha dato prova di Cretinismo proponendo, udite! udite!, nientepopodimeno che la… messa al bando delle storie a fumetti di Corto Maltese, la celebre e mitica creatura di Hugo Pratt!
Di recente, infatti, il  Codacons ha annunciato, con un comunicato sul proprio sito ufficiale di aver sporto denuncia all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, all’Autorità per le garanzie nelle telecomunicazioni e alla Procura della Repubblica di Roma, riguardo alla storia inedita di Corto Maltese “Equatoria”.
. Il motivo, secondo l’associazione dei consumatori, è che il fumetto di Hugo Pratt rappresenta “un invito subliminale a fumare”, un messaggio “scorretto, ineducativo, fuorviante e pericolosissimo, soprattutto per i giovani lettori”, in possibile «violazione del divieto di propaganda pubblicitaria dei prodotti da tabacco”.
Roba da scompisciarsi dalle risate, verrebbe da dire. Anche se, dobbiamo riconoscerlo, non è moralmente giusto ridere di chi non si è mai chiesto, a dir poco, cosa facesse la gente dopo aver fatto l’amore prima che inventassero la sigaretta.
Resta invece il fatto, assolutamente incontestabile, a questo punto, che gli Anti-fumo di tutte le parrocchie e parrocchiette al servizio di chi vorrebbe vivessimo tutti  malati per morire sani sono persone (e, a questo punto, anche Associazioni) tristi ed infelici.
Fra l’altro perché ignorano, come ricordava Oscar Wilde, che “la sigaretta è il tipo perfetto di un piacere perfetto. È squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più?”.

Tristi ed infelici, dunque. Ma soprattutto intolleranti.
Avete mai conosciuto, infatti, un fumatore ricorrere a tutti i mezzi, compresi quelli più assurdi e ridicoli, per costringere i non-fumatori a smettere di essere tali?
Red6