Canale Video


Calendario

Dicembre 2021
L M M G V S D
« Nov    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio Articoli

Perdenti nati

Elezioni Amministrative giugno 2017.
A ben vedere, era tutto largamente prevedibile. E previsto. Non tanto che perdessero: alle sconfitte, loro per primi ci hanno fatto l’abitudine. Molto più degli stessi interisti, che comunque qualcosa hanno pur sempre vinto, ad esempio l’ormai mitico Triplete.
Loro, invece, fateci caso, non hanno vinto mai, ma proprio mai. Nel 1917, in Russia, no di sicuro, per via di quegli impresentabili, autoritari, sanguinari ed anti-democratici per eccellenza dei Bolscevichi di Lenin; in Cina, con Mao, nemmeno: non sia mai stare dalla parte dei contadini, dei contadini!, decisi a lottare armi in pugno per difendere la loro terra, mica i diritti dei gay! Nella Seconda Guerra Mondiale, neanche a parlarne: esaltare Stalin e la gloriosa Armata Rossa sovietica? Meglio il peccato! Fosse stato per loro, infatti, avremmo ancora sia il Fascismo che il Nazismo; a Cuba con Fidel e con il Che? No, proprio no, con quei due che stavano così sulle scatole al “democratico” Kennedy, un bell’uomo con una bella moglie, certo non bella come quella di Trump ma non si può avere tutto, nella vita…
Loro non hanno mai vinto, dunque; e non hanno vinto neanche stavolta. Un po’ perché sono solo degli Idioti; ed un po’ perché, come tutti gli jettatori, loro hanno la sfiga addosso.
E allora, da Idioti sfigati, che cos’hanno sùbito fatto? Con la stessa originalità dello stile di Lucio Fontana, quello che é diventato famoso semplicemente facendo tagli, si sono affrettati a recuperare  dalla rigatteria antidiluviana di famiglia la bandiera del solito abusatissimo “pericolo di Destra”.
Basta ascoltare l’inascoltabile Radio Popolare per rendersene conto: grida d’allarme per un imminente “ritorno del Fascismo” (addirittura!), per le minacce dei naziskin e per tutta la paccottiglia anti-storica e fantasiosa che ha il solo scopo di compattare il gregge della (sedicente) Sinistra all’unico scopo di garantire ruolo, stipendio e prebende varie ai pastori che lo stanno (il gregge) da sempre guidando al macello sociale.
In realtà, come diceva Pitagora, il problema è un altro.
E’ il problema di un gruppo dirigente della (sedicente) Sinistra che non fa fagotto e non se ne va una volta per sempre, uscendo senza rimpianto alcuno dal palcoscenico della lotta di classe.
Un’uscita senza possibilità alcuna di rientro. In qualsiasi forma, naturalmente, compresa quella delle elezioni “democratiche” e dell’Antifascismo in assenza di fascisti…

E. C.