Canale Video


Calendario

Agosto 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio Articoli

I fatti rifatti

“E’ successo a Pioltello”, una cittadina dell’area metropolitana di Milano, alla fine di maggio.
“Una guardia”, davanti ad un bar, “nota un clima allegro, gli sembra che sia in corso un festeggiamento. Più tardi, una volta rientrato a casa” (i brani fin qui virgolettati sono estratti da un articolo di cronaca del Corriere della sera di giovedì 25 maggio), accende il televisore e, sul Televideo del 27 maggio, legge questa notizia:
“Sale ad oltre 100 morti, metà dei quali sono bambini, il bilancio dei raid aerei della coalizione anti-ISIS a guida USA”.
La nostra guardia ha allora un’intuizione: in quel bar si stava festeggiando la notizia che lui ha appena letto! Si stava festeggiando cioè la morte di vittime innocenti, di bambini…!
C’è un particolare, però, che non quadra. Nemmeno a lui che, da buon ex-operaio con tanto di militanza di lunga data nel PCI ed oggi simpatizzante della Lega, nonostante tutto del proprio sciagurato passato conserva un ricordo positivo (perché, si sa, arrivati ad una certa età si rimpiangono facilmente gli anni in cui si era più giovani ed un futuro radioso era lì, così a portata di mano che bastava allungare una mano, magari stretta a pugno chiuso, per toccarlo).
Il particolare è che, in quel bar, era in corso una riunione del PD. Del Partito cioè che, essendo erede del PCI, il quale, i bambini, notoriamente li mangiava, magari come contorno di un secondo piatto a base di arrosto di prete e di filetto di industrialotto, di “piccoli” cadaveri vanta una certa competenza!
L’intuizione della nostra guardia pioltellese arriva, non si come, addirittura in Tv: in una trasmissione di Canale5, un pennivendolo di Panorama, il periodico leggendo il quale Berlusconi si sforza quotidianamente di facilitare le proprie evacuazioni meno nobili (non che le altre, quelle verbali ad esempio, lo siano di più, a dirla tutta), la rende pubblica, facendo salire in tutto il Paese un’ondata di indignazione. Che travolge, come da copione, i proprietari, ovviamente extra-comunitari, del bar, e gli immigrati in generale, per primi quelli di fede musulmana. Qualche ora dopo, infatti, la saracinesca dell’esercizio incriminato viene data alla fiamme, come atto di ritorsione, si presume, e di sacrosanta e comprensibile indignazione.
Si “salva”, invece, il PD, e non solo quello di Pioltello. Più che “per grazia renziana”, dunque divina, perché non si deve mai parlar male del Padrone di turno, nefandezze, anche sotto forma di festeggiamenti, dei suoi servi ritornati divora-bambini comprese…
Ah, una precisazione, prima di concludere.
La notizia che vi abbiamo riferito è falsa, tranne che in alcuni dettagli comunque riconducibili ad un altro recente episodio pioltellese.
Lo si poteva facilmente intuire fin dall’inizio: il PD non festeggia le stragi di (civili e) bambini. Più semplicemente, direttamente o indirettamente, non foss’altro perché l’Italia aderisce alla NATO e alla coalizione occidentale anti-ISIS a guida USA, le fa…

L. A.