Canale Video


Calendario

Novembre 2020
L M M G V S D
« Ott    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Archivio Articoli

Insospettabili (?) finanziatori

La candidata del Partito Democratico (quello yankee, non la sua copia scialba e miserabile di casa nostra) alla presidenza dello Stato Canaglia per antonomasia è, lo sapete, Hillary Clinton. Che all’anagrafe fa Hillary Diane Rodham.
Ciò nonostante, nonostante cioè abbia scelto di essere conosciuta con il cognome del coniugata anziché con quello da nubile (se non è una prova di bieco maschilismo questa!), Killary Clinton è l’idolo delle femministe, quelle di casa nostra comprese.
Le quali, in quanto cittadine italiane sostengono… anche finanziariamente la campagna elettorale di uno dei peggiori politici dell’intera storia di uno Stato nato, in senso assolutamente letterale, sulle ceneri dello stermino dei nativi nordamericani. E che séguita vergognosamente a sopravvivere e “prosperare” di nuovo sulle ceneri, anche stavolta in senso assolutamente letterale, dei popoli del mondo intero, di quelli del Medio Oriente per ricordare solo i casi più recenti Palestina, Irak, Siria, Libia…).
Dicevamo comunque che le femministe italiote, ma più in generale il “popolo italiano” nel suo complesso, prendono attivamente parte alla campagna presidenziale in corso negli USA. Non in modo diretto, è vero, bensì grazie ed attraverso l’attuale Governo di servi zelanti e criminali dell’imperialismo yankee. Un Governo, guarda caso, “di Sinistra”.
Non sono in molti a sapere, infatti, che l’Esecutivo controllato dalla Banda dell’Ebetino di Firenze compare nell’elenco dei sostenitori finanziari della candidata “democratica” alle ormai imminenti elezioni presidenziali USA. In compagnia, per ricordare solo due casi, dell’Arabia Saudita e del Qatar, gli sponsor principali dei tagliagole dell’ISIS e delle bande mercenarie che compongono l’arcipelago della sedicente “opposizione moderata” al legittimo governo siriano. In che modo? Attraverso, udite udite!, il Ministero… dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Un Ministero che, come indica la sua stessa denominazione, dovrebbe occuparsi solo o prevalentemente, di politiche ambientali, fra cui la tutela del territorio e delle risorse idriche, la protezione della natura e del mare, lo sviluppo sostenibile, il clima, l’energia e, da ultimo, le valutazioni ambientali.
A dispetto ed in contraddizione con i compiti istituzionali che abbiamo appena elencato, sulla home-page del sito ufficiale della Clinton Foundation, indicato sotto la lettera “m” trovate l’Italian Ministry For The Environment, Land & Sea. Sì, avete letto bene: proprio il nostro, nel senso di italico, Ministero dell’Ambiente!
Per quanto vi possa ancora sembrare incredibile, l’attuale (speriamo ovviamente ancora per poco) Governo sedicente “de Sinistra”, come dicono a Roma, tramite un suo dicastero, ha versato, tenetevi forte, a favore della signora Rodham – pardon: Klinton – vale a dire, per dirla con le parole di Diego Fusaro, della “rappresentante dei poteri forti, delle élites no-oligarchiche e dell’aristocrazia finanziaria, ossia della global class che (…) dal 1989 regge il pianeta senza opposizione reale” Diego Fusaro, Elezioni USA 2016, peggio di Trump c’è solo la Clinton, in Il Fatto Quotidiano del 13 ottobre c.a.) una cifra che oscilla fra i 100 mila ed i 200 mila dollari!
In realtà, l’esborso esatto non è specificato; ma non si è tuttavia lontani dalla verità se si suppone che esso consista come minimo in 100 mila euro. Tutti soldi, volendo essere “populisti”,  pardon “qualunquista”, sottratti al welfare di casa nostra in un periodo di tagli consistenti alla spesa pubblica, in primis a quella riservata all’istruzione, alla salute e via elencando!
E questo grazie ad un Governo che utilizza i soldi dei cittadini italiani per sostenere la campagna elettorale del candidato del Partito Democratico degli Usa, vale a dire di un Paese straniero! Cosa che, di per sé, potrebbe essere considerata come reato di alto tradimento…
Per l’ennesima volta con buona pace della Costituzione “più bella del mondo” (copyright della sellina Boldrini, una che, in fatto di Costituzioni, ha la stessa attendibilità delle dichiarazioni del Superbomba fiorentino), nel senso di “più di sinistra”, del mondo.
Sì, del mondo delle fiabe per bambini-cittadini talmente ingenui da credere ancora nella Democrazia a stelle e strisce e nel “sogno americano”.

Luca Ariano