Canale Video


Calendario

Maggio 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio Articoli

Povera chiesa

La Chiesa cattolica, intesa tanto come istituzione quando come edificio di culto, dovrebbe essere, per dirla con i versi di una canzone del grande Luigi Tenco, “la casa dei poveri, della povera gente”.
Abbiamo usato il condizionale volutamente perché, come certo sospettavate, non è affatto così. Non lo è oggi e, a maggior ragione, non lo è mai stata. A dispetto delle illusioni e, soprattutto, della stupidità, figlia voluta e desiderata della signora Ignoranza e del signor Opportunismo, dei catto-comunisti e dei loro fiancheggiatori “di sinistra”.
Che la Chiesa cattolica, qui intesa come istituzione, non sia affatto povera, è dimostrato, ad esempio, dall’entità del patrimonio immobiliare, di quella che può essere considerata la più grande e ricca Agenzia Immobiliare che la Storia abbia mai conosciuto.
Secondo un dossier reso pubblico da La Repubblica, infatti, la Chiesa possiede nel mondo un milione (sì, avete letto bene: un milione!) di immobili. Per un valore, ovviamente approssimativo, di duemila miliardi!
Una ricchezza enorme, suddivisa fra chiese (intese come edifici di culto), sedi parrocchiali, ospizi, pii alberghi per turisti e pellegrini, orfanotrofi, terreni ed abitazioni concesse in locazione
Di tutto questo “ben di dio” (è proprio il caso di dirlo!), il 70% si troverebbe all’estero, il 30% in Italia. In particolar modo, com’era peraltro da prevedere, a Roma, e poi in Lombardia e nel Veneto.
Ad occuparsi di questo impero immobiliare sono in particolare due istituti: Propaganda Fide ed APSA. Che amministrano, per conto degli ometti in sottana, appartamenti di lusso per circa nove miliardi di euro. Solo l’APSA possiede 5mila50 appartamenti, affittati a prezzo di mercato agli “sconosciuti” e a canone zero a chi, alla faccia del disinteresse e della fede, “ha servito la Chiesa” (leggi: letterati, giuristi, direttori sanitari  via elencando paolotti). Le locazioni gratuite, per essere precisi, sono 860, numero che comprende le case-reggia di 41 cardinali.
Per non farsi mancare niente, la “povera” e “santa” Chiesa vanta una presenza significativa, ed ugualmente scandalosa per gli epigoni ed i seguaci del cosiddetto messia che “cacciò i mercanti dal tempio”, anche nel settore turistico. Vecchi monasteri, abbazie e altri simili locali trasformati in hotel ed in bed and breakfast, con circa 200mila posti-letto(corrispondenti a 4,5 miliardi di valore) di un turismo religioso in costante crescita.
Alla faccia, come dicono a Milano, della Chiesa “povera del “povero” pa(p)pa Francesco…

Ravachol