Canale Video


Calendario

Luglio 2022
L M M G V S D
« Giu    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Archivio Articoli

Recordman

Al clone berlusconiano che dirige, senza che nessuno (il “compagno” Nessuno per antonomasia, vale a dire l’attuale presidente della Repubblica, l’ex picista “preferito da Kissinger”, a parte) l’abbia mai votato a ricoprire questo ruolo, un merito va, al di là di tutto, sacrosanti pregiudizi ideologici compresi, riconosciuto: quello di aver stabilito, in poco tempo, alcuni record.
In soli sei mesi, infatti, il Renzi(e) fiorentino ha ottenuto alcuni risultati assolutamente memorabili, da primato. Qui di séguito ne ricordiamo solo alcuni.
- per la prima volta dal 1956, l’Italia è entrata in una fase di deflazione.
- in Italia, il tasso di disoccupazione, secondo l’ISTAT, è salito al 12,6%. Il numero dei senza-lavoro è oggi pari a 3 milioni220mila, in aumento del 2%, rispetto al mese precedente (+69mila) e del 4,6% su base annua (+143mila). Lo scorso mese è stato registrato un calo di occupati pari a 35mila unità.
- la disoccupazione giovanile ha toccato il 44,7%, una percentuale mai così alta dal 1977.
- il Sud ha raggiunto una percentuale-record di disoccupazione: oltre il 20%.
- é stato stabilito il record di padroni e padroncini (i cosiddetti imprenditori) che si sono suicidati per problemi legati alla crisi.
- per la prima volta nella storia della Repubblica nata dallo scandalo di Tangentopoli, le cosiddette “forze dell’ordine” minacciano lo sciopero generale.
- per la prima volta nella storia della Repubblica nata dalla sconfitta della componente rivoluzionaria della Resistenza antifascista, un delinquente riconosciuto in sentenza tale riforma la Costituzione.
- la pressione fiscale, nel solo 2014, è salita dello 0,2%, toccando il livello-record del 44%.
E l’elenco, con buona pace della fetta (da salumificio) di popolino bue che, alle ultime elezioni europee, ha votato il Cretinetti fiorentino per il miserabile compenso di 33 denari (pardon: di 80 euro), potrebbe continuare…

Red4