Canale Video


Calendario

Ottobre 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Archivio Articoli

Vieni avanti cretino

Rubrica periodica

La gogna mediatica di Grillo contro i giornalisti… Il paragone che mi sento di fare è ad esperienze della storia recente, quando cioè NAR e BR realizzavano volantini con foto, nomi e indirizzi, e semmai professioni, dei ‘nemici da abbattere’, generando così un diffuso senso del terrore e avvertimento mafioso a chiunque avesse anche solo l’idea di schierarsi apertamente contro”.
Michele Di Salvo, in L’Unità dell’11 dicembre 2013.

Ieri, è vero, si “sparavano pallottole”, e non solo in senso metaforico. Oggi, invece, come dimostrato anche dal “compagno” (?) Di Salvo, un illustre sconosciuto – e si capisce perché leggendo le (sgrammaticate) fesserie che impunemente scrive -  si sparano a volontà le solite cazz… infami. Come dicevano i padri latini “O tempora o mores”…

Cancellieri (il Ministro di Grazia e Giustizia, ndr) silura il direttore (del carcere dei Genova, dopo le dichiarazioni rilasciate all’indomani dell’evasione di un famigerato criminale, ndr): ‘Ha mentito!’.
Da La Repubblica, del 21 dicembre 2013.

Dopo le dichiarazioni rilasciate dal Ministro in Parlamento in sèguito allo scandalo scoppiato dopo le telefonate fra la stessa Cancellieri e la famiglia del palazzinaro Ligresti, é proprio il caso di dirlo: da che pulpito viene la predica!

Noi siamo pronti a rinunciare ai rimborsi elettorali. Però tu, Beppe Grillo, ti impegni a cambiare la legge elettorale insieme a noi. Se non lo fai, sei un chiaccherone… Io sono disponibile a rinunciare a più di 40 milioni del prossimo anno se tu ti impegni per superare il Senato, abolire le Province e su legge elettorale”.
Matteo Renzi, dal web.

Così, nei giorni scorsi, lo pseudo-Fonzie, Matteo Renzi, sindaco superassenteista di Firenze ed astro nascente della componente democristiana del PD.
Peccato solo (?) che i rimborsi elettorali vadano restituiti agli Italiani, non personalmente a Beppe Grillo o al suo Movimento, trattandosi di soldi incassati “aggirando” un referendum.
In realtà, il partito di cui Pirletta Renzi è diventato di recente leader ha preso rimborsi illegittimi, negli ultimi vent’anni, per circa un miliardo di euro (!).
Soldi degli Italiani, frutto del loro lavoro, delle loro tasse, del “sudore” di quella fronte che, in gentucola miserabile come Matteo Fonzarelli, gronda solo in occasione… delle partite della Fiorentina!