Canale Video


Calendario

Dicembre 2021
L M M G V S D
« Nov    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Archivio Articoli

Sperimentazione... animale

Gli sbirri saranno dotati di spray al peperoncino

Di questo, forse, saranno contenti gli animalisti; parte in Italia una sperimentazione che avrà come protagonista l’uomo (e la donna) e non le solite cavie da laboratorio.
Gli sbirri, infatti, in via sperimentale, appunto, avranno in dotazione il famigerato spray al peperoncino. E’ abbastanza evidente che questa “sperimentazione” non ha lo scopo di verificare che la bomboletta spray calzi in modo impeccabile all’interno delle divise blu, come, allo stesso modo, non ha (o non dovrebbe avere) lo scopo di verificare se il carabiniere di turno è in grado di usarla nel modo adeguato, cioè senza spruzzarsela in faccia a causa  una erronea interpretazione del  verso corretto.
Quale migliore occasione di provarne gli effetti se non in un bel corteo con tante cavie umane da “impepare” (tenuto conto del fatto che il nostro carabiniere in queste occasioni indossa un casco e, anche sbagliando il verso di utilizzo, al massimo si sparerebbe sulla visiera)?

Alcuni effetti

Consci di questo pericolo segnaliamo alcune criticità evidenziate in un paese ove non siamo più in fase di sperimentazione, ma di utilizzo massiccio: i soliti US(S)A

1) Una ricerca condotta dalla Università della North Carolina riferisce che, nel 1999, almeno 70 persone sono decedute dove essere state “trattate” con lo spray al peperoncino da parte della polizia americana. Le morti furono causate da asfissia o intossicazione.
2) Diversi studi ne hanno segnalato la pericolosità se utilizzate contro soggetti a rischio come gli anziani o le persone affette da malattie respiratorie.
3) Diversi ricercatori sostengono che lo spray possa provocare effetti collaterali a livello cardiaco, respiratorio e neurologico.

La capsaicina (la parte irritante del peperoncino) se inalata, insomma, potenzialmente potrebbe risultare letale.

Alcuni suggerimenti

Consci, allo stesso modo, che le battaglie degli anni sessanta contro l’uso delle armi da fuoco da parte della polizia nei cortei non hanno portato a niente (come quelle contro l’uso dei gas urticanti e lacrimogeni).
Prevedendone un uso massiccio da parte degli sbirri, forti di quanto è avvenuto e avviene in quei paesi dove è già normalmente in dotazione, ci permettiamo alcuni suggerimenti.

1) Evitare di respirare quello che, a tutti gli effetti, è un arma chimica. L’utilizzo di una maschera certamente può essere utile.
2) Se colpiti al corpo evitare in tutti i modi di grattarsi (anche se il grattarsi è il primo istinto), grattandosi se ne accentuano gli effetti e si favorisce ancora di più la penetrazione della sostanza nella cute.
3) Se colpiti agli occhi non sfregarsi, se si indossano lenti a contatto è necessario estrarle (con le dovute cautele) e, ovviamente, non riutilizzarle più.
4) E’ utile munirsi di una bomboletta contenete latte intero, il latte non elimina il peperoncino, ma ne allevia gli effetti.
5) Gli occhi vanno puliti con una soluzione salina.

M.R.