Canale Video


Calendario

Novembre 2019
L M M G V S D
« Ott    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Archivio Articoli

Dal Web a Il Buio

La forza-produttiva del crimine

“Un filosofo produce idee, un poeta poesie, un pastore prediche, un professore manuali ecc. Un delinquente produce delitti. Se si esamina più da vicino la connessione che esiste tra quest’ultima branca di produzione e l’insieme della società, ci si ravvede da tanti pregiudizi. Il delinquente non produce soltanto delitti, ma anche il diritto criminale, e con ciò anche il professore che tiene lezioni sul delitto criminale, e inoltre l’inevitabile manuale, in cui questo stesso professore getta i suoi discorsi in quanto “merce” sul mercato generale. Con ciò si verifica un aumento della ricchezza nazionale, senza contare il piacere personale, come [afferma] un testimonio competente, il professor Roscher, che la composizione del manuale procura al suo stesso autore. Il delinquente produce inoltre tutta la polizia e la giustizia criminale, gli sbirri, i giudici, i boia, i giurati ecc.; e tutte queste differenti branche di attività, che formano altrettante categorie della divisione sociale del lavoro, sviluppano differenti facoltà dello spirito umano, creano nuovi bisogni e nuovi modi di soddisfarli. La sola tortura ha dato occasione alle più ingegnose invenzioni meccaniche e ha impiegato, nella produzione dei suoi strumenti, una massa di onesti artefici.
Continua la lettura Dal Web a Il Buio

La foto della settimana

Morti sul lavoro una strage inarrestabile

Riceviamo e pubblichiamo

Al lavoro peggio che in guerra.
Michele Michelino (*)

Ogni giorno dal nord al sud il bollettino di guerra riporta il numero dei morti e dei feriti operai massacrati per il profitto, fra l’indignazione, la rabbia di alcuni e l’indifferenza di molti. Il potere borghese, i capitalisti, considerano normale che un certo numero di lavoratori ogni giorno muoia per il profitto e ritengono questi omicidi effetti collaterali della guerra di classe che conducono contro gli sfruttati.
Continua la lettura Morti sul lavoro una strage inarrestabile

Il russo Salvini

Salvini: ‘Mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia.’
Quanto fanno trenta denari al cambio attuale?

Forum.Spinoza.it

Capitan Nutella Salvini dixit: “Ormai la distinzione in Italia non è più tra sinistra e destra ma tra i partiti che prendono ordini dall’estero, come un tempo il Pci li prendeva dall’Unione Sovietica, e i partiti che invece hanno a cuore l’Italia e gli italiani. Noi abbiamo questo enorme difetto: siamo uomini liberi”.
Continua la lettura Il russo Salvini

Poveri e poveracci

L’ex-bibitaro del San Paolo (inteso come stadio di calcio, cioé come storico collettore dell’intelligenza cittadina e non) miracolato da San Gennaro che ha reso possibile la sua nomina a Ministro in ben due governi, il guaglioncello Giggino Di Maio, quand’era vice-presidente del Consiglio aveva annunciato pubblicamente e a più riprese, facendo ricorso alla sua proverbiale e comprovata faccia tosta, l’“abolizione della povertà” nel nostro sfortunato Paese. Un proclama del tutto propagandistico, smentito, come sempre nel caso dei proclami pentastellati, dai fatti.
Continua la lettura Poveri e poveracci

La foto della settimana

Rivoluzioni colorate

Riceviamo e pubblichiamo

Il turno di Hong Kong
di Daniela Trollio (*)

Tagliare gole e teste, bruciare vivo chi si ritiene un avversario, spaccare vetrine, buttare bombe molotov ai poliziotti e incendiare le loro caserme, [Continua..]

Mamma li turchi!

La foto che forse avete degnato solo di un’occhiata distratta è una foto storica.
Perché documenta il primo arrivo (in ordine cronologico) sulle coste del nostro cattolicissimo e democraticissimo Paese dell’avanguardia dell’orda di invasori che, dopo quella prima volta, [Continua..]

La foto della settimana

Matteo il casciaball

“Una bugia fa in tempo a viaggiare per mezzo mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe.”
Mark Twain

Matteo-Casciaball (Il Ballista)-Salvini è un pozzo (fognario) senza fondo di sorprese. Anzi, non di sorprese: di vere [Continua..]